Muscoli ripieni alla Carrarina - carraraonline.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

Muscoli ripieni alla Carrarina

Di Cybo in Cibo
Muscoli ripieni
Ingredienti
2 kg di muscoli piuttosto grandi
250gr mortadella
2uova
80gr parmigiano grattugiato
pelati in scatola 500 gr
aglio q.b
timo (puvrin)
poco pangrattato
prezzemolo
noce moscata
olio e.v.o
sale pepe peperoncino
un bicchiere vino bianco secco

PROCEDIMENTO


Pulite , raschiate, e sciacquate bene i muscoli sotto acqua corrente, avendo cura di eliminare il bisso, cioè il filamento che trovate tra le due valve.
Scegliete i muscoli più grossi e mettete a bollire i più piccoli.
Aprite i muscoli aiutandovi con un coltello ma non separarteli del tutto e metteteli a scolare raccogliendo l'acqua che fuoriesce.
Tritate la mortadella i muscoli bolliti e aggiungete parmigiano uova, prezzemolo, aglio, noce moscata ,timo,sale q.b,pepe, pangrattato e formate un impasto omogeneo.
Riempite i muscoli ed adagiateli in un vassoio, nel frattempo preparate il sugo facendo rosolare aglio e prezzemolo con un poco di peperoncino in un tegame largo dai bordi alti , aggiungete i pelati, l'acqua  che avete conservato aprendo i muscoli e il vino bianco.
Quando prende bollore adagiate i muscoli nel tegame e fate cuocere a fuoco vivo per i primi 5/6 minuti poi abbassate la fiamma e continuate la cottura per altri 45 minuti, e comunque fin quando il sugo non si sarà addensato.

Un consiglio, per mescolare i muscoli non usate stoviglie o mestoli di legno.
semplicemente  muovete il tegame man mano .
Ottimo piatto della tradizione , richiede del buon vino bianco fresco e qualche fetta di buon pane casereccio, io faccio tostare in forno alcune fette con un filo di buon olio sopra, mettendole nel piatto assorbiranno tutto il sugo.

Buona scarpetta...

UN PIATTO INEGUAGLIABILE DELLA CUCINA MARINELLA.
Lascia un commento


Nessun commento
Per idee, consigli, o semplicemente per avere informazioni contatta Chiara per mail

Oppure fai la tua richiesta sul nostro gruppo Facebook





Torna ai contenuti | Torna al menu