Passo Focolaccia - carraraonline.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

Passo Focolaccia

Trekking sulle Apuane > Percorsi Natura

Percorso Salita al passo della Focolaccia da Gorfigliano
Sentiero indicat0 con segnaletica convenzionale CAI – 36

Come raggiungerlo -
uscita autostradale di Aulla, seguire le indicazioni per Equi Terme SS 445, al bivio x Equi Terme proseguire diritto per la strada provinciale SP 51 oltrepassare il paese di Minucciano e prendere x località Pania – Molino e poi per la cava Acqua Bianca ( Focolaccia )

Durata
percorso circa 4 ore a/r

Difficoltà
facile F ( si richiede resistenza fisica poichè la salita dura 2 ore circa

Note
: sconsigliamo la salita nel periodo estivo, il percorso è interamente esposto al sole.

Il percorso inizia poco prima della piccola galleria, la salita è una marmifera sterrata che sale ininterrottamente verso la cava della Focolaccia ( detta anche acqua bianca .
Mentre saliamo un boato echeggia nella vallata, alla nostra destra una nuvola di polvere testimonia il lavoro in una cava di marmo bianco.
Proseguiamo per il sentiero n 36, nel salire troviamo ai lati della marmifera diversi ruderi di costruzione.
Il grande taglio bianco nel monte si avvicina sempre di più, e nel salire ora alle nostre spalle svetta la catena montuosa dell’ Appennino Tosco- Emiliano, sullo sfondo il paese di Vagli di Sopra e il suo lago.
La strada marmifera negli ultimi tornanti mette a dura prova la nostra resistenza.
Ancora un tornate e finalmente ci siamo, la grande cava dai candidi marmi ci appare maestosa.
Rimaniamo esterrefatti nel vedere al lavoro i cavatori, sotto le imponenti pareti bianche l’uomo appare un nulla nei confronti della Montagna Bianca.
Ora proseguiamo camminando sopra  la via di marmo che di li a poco  dalla cava conduce al passo della Focolaccia, la vista sul mare e  le cattedrali di pietra ci fanno dimenticare la fatica che abbiamo fatto per raggiungere la meta.
Il piccolo bivacco Aronte situato a metri 1.700 slm  è sotto di noi, scendiamo, poi decidiamo di salire a vedere oltre la piccola spaccatura.
Il sentiero erboso segnato 167 sale molto rapidamente per arbusti e rocce.
Ora siamo sopra il punto panoramico Punta Carina, praticamente siamo sotto il Monte Cavallo e Contrario.
Il Monte Sagro davanti a noi, poco più a sinistra il Monte Grondilice, l’isola della Palmaria, le sue due formiche e la costa creano un quadro magnifico.
Dopo aver scattato le nostre foto e un meritato riposo scendiamo per il ritorno.
L’ultima emozione ci viene offerta da due scalatori che in verticale salgono verso il blu sfidando la Montagna.

Pietro Angelo Rebecca
15 settembre 2012

Le immagini sono in sequenza del percorso
40 immagini
Classificazione delle difficoltà escursionistiche

T : TURISTICO
E : ESCURSIONISTICO
EE : ESCURSIONISTI ESPERTI

EEA : ESCURSIONISTI ESPERTI ATTREZZATI
F : FACILE

Privacy




Tutto il materiale contenuto in carraraonline.com è di proprietà dell' autore. E' vietata la copia e/o riproduzione in ogni forma e l' utilizzo di qualsiasi parte del sito senza il consenso scritto.





Torna ai contenuti | Torna al menu