Avenza - carraraonline.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

Avenza

Edicole sacre sul territorio apuano

Edicole sacre presenti sul territorio apuano.

Le edicole sacre sono una forma di espressione artistica definita minore. Nascono nel mondo pagano per essere successivamente recuperate come simbolo di devozione cristiana, privata e popolare. Le possiamo trovare lungo le strade, agli incroci, murate nei muri delle case, sui muri di cinta.
Spesso commissionate agli artigiani produttori dagli abitanti di un borgo o da qualche committente benestante, sono il simbolo del sentimento magico-religioso popolare. Prevale su tutti il culto di Maria, Madre di Gesù.
Sul territorio apuano le edicole sacre sono nella quasi totalità in marmo e nel corso del tempo sicuramente hanno costituito una componente importante della produzione dei laboratori della lavorazione del marmo apuani.
Le edicole marmoree presenti sul territorio Apuano sono una testimonianza storico/religiosa del nostro passato e si afferma in particolar modo nel XVII secolo.

torre castruccio castracani avenza

Per questo motivo abbiamo deciso di dedicare una sezione del nostro sito a questo fenomeno di devozione popolare poco studiato.
Purtroppo in questa nostra ricerca abbiamo constatato che molte di queste icone sono state rubate o sono state oggetto di atti vandalici.
Sarebbe opportuno che queste "opere minori" fossero maggiormente tutelate al fine di impedirne la scomparsa.

Nella nostra indagine siamo partiti dalla costa per raggiungere il centro città seguendo l'itinerario:
Marina di Carrara, Avenza, Nazzano, Bonascola, Pontecimato, Melara,Ficola, Fossola Moneta, Carrara, Baluardo, Caffaggio. paesi a monte

Precisiamo che tutte le edicole sono catalogate per strada e numero civico.
Per maggiori informazioni contattate lo Staff

Invitiamo i nostri lettori a mandarci fotografie e informazioni sulle edicole sacre che conoscono, specificando il paese, la strada e il numero civico dove si trovano e le eventuali informazioni in loro possesso. Mail : info@carraraonline.com

Avenza
Ad Avenza abbiamo trovato 23 edicole sacre, quasi tutte concentrate nel piccolo centro storico caratterizzato dai resti della torre di Castruccio Castracani

Visita il castello

foto DSCF1405

descrizione
L'Annunciazione

didascalia

Viene rappresentata su due livelli.
In questo caso Dio fa scendere lungo i raggi del sole una colomba che rimane libera sul capo di Maria.
Vediamo Gabriele che rappresenta l'eternità apparire da destra tendendo la mano a Maria per consegnare il suo messaggio.
Sulla sinistra Giuseppe sembra contemplare cosa sta accadendo.

Materiale
marmo







didascalia illeggibile

foto DSCF1401

descrizione

didascalia

Edicola non decifrata.

Colpisce il fatto che la faccia non è ben definita e (secondo noi) volutamente illeggibile, come si vede sopra il capo vi è rappresentata l' aureola, a forma di raggi, che denota uno dei beati non canonizzati. Si nota sulla mano sinistra un simbolo, nello sfondo un ponte ricorda i Ponti di Vara con 2 passanti.
Da notare nella parte alta la forma di un serpente o drago.



Materiale
marmo

Nota:
si cercano informazioni sul santo rappresentato
GRAZIE
info@carraraonline.con

foto DSCF1406

descrizione Madonna della Misericordia

didascalia

La Vergine con le braccia aperte, raccoglie i fedeli sotto il suo mantello che è sempre chiuso sul seno e si allarga verso il basso a proteggere i suoi figli.
Come si vede il fedele è raffigurato sempre più piccolo.

Materiale
marmo






parte leggibile :
DI SAVONA

foto DSCF1407

descrizione

didascalia

Edicola non decifrata.

Visto il posto dov'è ubicata riteniamo che sia una delle più antiche di Avenza.
La figura centrale è priva della testa, non sappiamo se per atti vandalici o se l'icona è nata così.
Ingrandendo l'immagine, sembra rilevarsi l'ombra centrale di volto notevolmente sproporzionata, fino ad arrivare alla decorazione in alto. Non si notano segni di scasso o di materiale mancante

Materiale
marmo

foto DSCF1412

descrizione

didascalia

Edicola non decifrata


Il personaggio tiene sul braccio destro il bambino con la faccia rivolta verso di lui.
Come si vede la figura centrale è priva dell'avambraccio sinistro.



Materiale marmo

foto DSCF1415

descrizione
Madonna con Bambino

didascalia

Il bambino come sempre  è alla destra e viene raffigurato nudo, simbolo della purezza.




Materiale marmo





AVE MARIA
MARQUO BARATA

foto DSCF1416

descrizione

didascalia

Edicola non decifrata.

Ben visibile il mantello, mentre resta poco decifrabile il soggetto che la figura tiene su braccio sinistro.




Materiale marmo


PER CONSOLAZIONIS ORA
PRONOBIS DOMENICO FORNACCIARI
PER SUA DEVOZIONE
MDCCCXI - 1811

foto DSCF1417

descrizione
Crocifissione

didascalia


In questa edicola si notano gli opposti; il buono e il cattivo, il sole che si oscura e la luna che prova vergogna.
I quattro angoli della croce si estendo verso i quattro angoli del globo.


Materiale marmo



GIO': LORENZO PAGLINI
P SUA DEVOZIO
1742

foto  DSCF1419

descrizione

didascalia

Edicola non decifrata


Vista la scritta possiamo interpretare che l'edicola si trova in un luogo dove si tiene o si teneva un mercato o un luogo di discussioni, una piazza.


Materiale
marmo



ALTROVE TRASFERITO SONO FINALMENTE RIPORTATO QUA PER PROTEGGERE E PER DARE FORZA AGLI UOMINI DI QUESTO LUOGO
08 - 12 - 1960

foto DSCF1420

descrizione
Madonna dei Quercioli con Bambino

didascalia

Il bambino come sempre è alla destra e viene raffigurato nudo, simbolo della purezza.






Materiale marmo



Parte leggibile

DEI QUERCIOLI
AD MDCCCXXXIII


1833

foto DSCF1423

descrizione
Madonna di Montenero
del Buon consiglio

didascalia

Come si nota, sia il Bambino e la Vergine hanno lo sguardo rivolto verso di noi, la vergine ha la testa coperta dal velo.



Materiale marmo




parte leggibile
MARIA S.S
DI MONTENERO

foto DSCF1426

descrizione
La Crocifissione

didascalia

Ben raffigurata, con pellegrino chino e addolorato.
Come si vede nell' immagine l'edicola nella parte alta è molto sporca.



Materiale marmo

foto DSCF1429

descrizione
L' Annuncazione

didascalia

Maria inginocchiata prega e si gira per ricevere alla destra l'Angelo Gabriele che con le ali spiegate porta il suo messaggio, tenendo sulla mano destra il giglio. Sul lato destro il sole con i raggi a zig zag assiste alla scena.
Nota: fino al Medio Evo l'arcangelo Gabriele portava in mano il bastone con il quale il Signore delega il messaggero a rappresentarlo. A partire dal XIV secolo il giglio sostituisce il simbolo del comando ed è segno della purezza e verginità di Maria.

Materiale
marmo

foto DSCF1402

descrizione
S.Giovanni Battista

didascalia

Annuncia la venuta di Gesù. Semicoperto da un vello di pecora a ricordo del periodo di penitenza passato nel deserto. Raffigurato con un mantello su abiti semplici e con in mano una croce.



Materiale
marmo


GIOVANNI
BATISTA

foto DSCF1410

descrizione
S. Antonio da Padova

didascalia

(Lisbona, 15 agosto 1195 – Padova, 13 giugno 1231
Raffigurato con il tipico saio francescano, libro e giglio fiorito in mano




Materiale - marmo

foto DSCF1424

descrizione
S.Antonio da Padova

didascalia

(Lisbona, 15 agosto 1195 – Padova, 13 giugno 1231

Raffigurato con il tipico saio francescano, in questa edicola porta il bambino in braccio.
Nella mano destra il simbolo del giglio (E' il simbolo della purezza, innocenza e verginità)





Materiale marmo

foto DSCF1424

descrizione
Madonna con Bambino

didascalia

Il bambino è alla destra e viene raffigurato nudo, simbolo della purezza.






Materiale marmo

foto DSCF1408

descrizione
Sant' Antonio Abate, detto anche sant'Antonio il Grande

didascalia

Qumans (Egitto), 251 circa
Deserto della Tebaide, 17 gennaio 357

In questa edicola viene raffigurato con il libro in mano e ai suoi piedi è raffigurato un cane, da sempre considerato l'amico dell'uomo e rappresenta la fedeltà.



Materiale marmo

foto DSCF1421

descrizione
Madonna del Buon Consiglio

didascalia

Raffigurati a mezzo busto,il bambino abbraccia la Vergine ha che ha il capo coperto dal velo.




Materiale marmo



CHI PASSA PER QUESTA VIA
SALUTERA' GESU' E MARIA
MENCONI 1773

foto DSCF1427

descrizione

didascalia

La Vergine con le braccia aperte, raccoglie i fedeli sotto il suo mantello che è sempre chiuso sul seno e si allarga verso il basso a proteggere i suoi figli.




Materiale marmo

foto DSCF1061

descrizione
Madonna con bambino

didascalia

Il bambino è alla destra e viene raffigurato nudo, simbolo della purezza.
All'interno leggiamo
desiderio Menconi P.S.D
restauro del 1820.
Sul piedistallo S.V.S Maria sempre sia laudata 1633


Materiale
scultura bianco carrara
cornice marmo bardiglio



TRASFERITA DALLA VIA EMILIA E RESTAURATA A CURA DI ANGELO FREGOSI 1920

Sai qual'è l' edicola sacra più antica/datata e cosa rappresenta
Vota l'edicola più bella della nostra città

Segnala la tua edicola
non autorizzo
si autorizzo

Tutto il materiale contenuto in carraraonline.com è di proprietà dell' autore. E' vietata la copia e/o riproduzione in ogni forma e l' utilizzo di qualsiasi parte del sito senza il consenso scritto.




Torna ai contenuti | Torna al menu