Berceto - carraraonline.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

Berceto

Ai nostri confini

Come raggiungerlo
Autostrada A15 Parma-La Spezia in direzione Parma prendere l’uscita Berceto, oppure seguendo la Statale 62 che scavalca il Passo.

Spetta/le Redazione

Come voi ben sapete sono un grande appassionato di storia medievale. La cosa che più mi affascina è la via Francigena, che io ho cercato di percorrere nei suoi itinerari più noti, ma che spesso non sono quelli originali. Cosa ben diversa è invece nei passaggi obbligati come l’antico valico del monte Bardone (attuale Cisa), dove per la conformazione stessa del territorio, l’antica via segue ancora in gran parte il suo itinerario originale. Poco prima del Passo sorge un paesino incantevole che merita certamente una visita; Berceto. Questo Comune montano fa parte della Provincia di Parma, è abitato da poco più di 2000 abitanti, che oggi, dopo l’abbandono della via Statale 62 che scavalca il Passo della Cisa dalla maggioranza del grande flusso di traffico, in favore dell’Autostrada A15, vive quasi esclusivamente di turismo. Berceto, nel medioevo, è stato importantissimo punto strategico e di sosta, proprio sulla via Romea, o Francigena, e per questo è stato al centro di aspre contese da parte delle potenti Casate del tempo, come i Rossi, e i Fiaschi, per citarne solo alcuni. La sua origine non è molto chiara, ma la più accreditata vuole che circa nel VIII secolo il grande re cattolico longobardo Liutprando, volle far costruire sulla cima del Monte Bardone un monastero a tutela dei pellegrini, a cui mise nome Berceto. A distanza di secoli, Berceto, conserva ancora oggi, le sue caratteristiche di paese medievale montano, con le strette strade acciottolate, e le abitazioni munite di finestre con le imposte sbarrabili per contrastare i forti venti invernali. L’edificio antico più importante è senza dubbio il Duomo, che risale al XI secolo, ma che è stato pesantemente rimaneggiato. Anche la cucina tipica è di prim’ordine, con i funghi, e i prodotti del bosco che la fanno da padrone, seguiti da piatti in cui il Parmigiano Reggiano è l’ingrediente più importante, essendo il paese nella zona del Consorzio.


Enzo De Fazio
25 FEBBRAIO 2012





Torna ai contenuti | Torna al menu