Massa C. Malaspina - carraraonline.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

Massa C. Malaspina

Castelli della Lunigiana > Massa

castello malaspina massa carrara


Come raggiungerlo :
Uscita casello autostradale di Massa e proseguire per il centro della città e seguire le indicazioni per la Fortezza.

Cenni storici:

Il toponimo Massa è attestato in una fonte scritta per la prima volta nel 882 e si riferisce alla collina sulla quale è situato il castello. La prima documentazione relativa al castello risale al 1164, quando Federico Barbarossa imperatore del Sacro Romano Impero concede il castello ad Obizzo Malaspina. Nel 1268 il castello è occupato dalle truppe di Corradino di Svevia e nell’anno seguente distrutto dai Lucchesi per rappresaglia all’ospitalità data dai Massesi alle truppe dell’imperatore. Nei primi anni del trecento i Malaspina cedettero il castello a Castruccio Castracani. Successivamente il castello passò di mano più volte per diventare infine di proprietà dei Marchesi Malaspina di Fosdinovo che lo trasformarono da struttura militare in residenza nell’arco di due secoli, dal 1400 al 1600. Successivamente la funzione del castello tornò ad essere quella militare ed infine fu trasformato in carcere. Cessata nel 1946 la funzione di carcere, il castello fu restaurato e restituito agli usi civili.


Da ricordare
:
Il castello Malaspina di Massa, per lo stato di conservazione e la sua posizione dominante sulla città, la sottostante pianura ed il mare, merita senz’altro di essere visitato.
Oltre ai vari ambienti residenziali ben restaurati, in alcune parti dei sotterranei si possono vedere le iscrizioni fatte dai detenuti già a partire dalla seconda metà del sedicesimo secolo.

Nozioni storiche

Massa nasce da una colonia Romana inviata da Luni con lo scopo di costruire un nuovo nucleo abitato, sottraendo questo lembo di terra ai Liguri.

Le origini romane si ritrovano nei nomi di alcune frazioni come [ Mirtetum – Mirteto ; Atonia – Antona ; Thurius –Turano ] e nei documenti mappali dove viene segnalata la stazione di ristoro per pellegrini e soldati risalente al III secolo A.C “ Taverna Frigidas “, ubicata sulla sponda destra del Fiume Frigido. [ Zona dell’ obelisco dedicato alle vittime del fascismo in via Dorsale ] .
Sempre nei pressi troviamo la più antica chiesa di Massa dedicata a S. Leonardo.
Dopo l’ epoca romana la zona passò sotto la curia dei vescovi di Luni, in seguito con l’ occupazione Longobarda le famiglie dovettero abbandonare la pianura e rifugiarsi sui monti.
Altre dinastie si susseguirono alla guida della città : Dal Marchese Oberto, secolo XII, ai Malaspina fino agli Estensi.




Da visitare
Palazzo Ducale XVI secolo - Cattedrale SS. Francesco e Pietro secolo XIV - Chiesa di S.Leonardo .
Museo Etnologico delle Apuane [ con sede nel Santuario degli Uliveti ]

Enogastronomia
Tordelli  al ragù, torta di riso, taglierini nei fagioli


Da ricordare
Manifestazione culturale ed enogastronomica dello Spino Fiorito [ aprile ]
Festa rinascimentale con tornei a cavallo dove si sfidano i vari quartieri della città Quintana Cybea [ agosto ]

Mappa dei castelli
title=Sarzana
Borghi Medievali





Torna ai contenuti | Torna al menu