Marina di Carrara - carraraonline.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

Marina di Carrara

Edicole sacre sul territorio apuano

Edicole sacre presenti sul territorio apuano.

Le edicole sacre sono una forma di espressione artistica definita minore. Nascono nel mondo pagano per essere successivamente recuperate come simbolo di devozione cristiana, privata e popolare. Le possiamo trovare lungo le strade, agli incroci, murate nei muri delle case, sui muri di cinta.
Spesso commissionate agli artigiani produttori dagli abitanti di un borgo o da qualche committente benestante, sono il simbolo del sentimento magico-religioso popolare. Prevale su tutti il culto di Maria, Madre di Gesù.
Sul territorio apuano le edicole sacre sono nella quasi totalità in marmo e nel corso del tempo sicuramente hanno costituito una componente importante della produzione dei laboratori della lavorazione del marmo apuani.
Le edicole marmoree presenti sul territorio Apuano sono una testimonianza storico/religiosa del nostro passato e si afferma in particolar modo nel XVII secolo.

marina di carrara

Per questo motivo abbiamo deciso di dedicare una sezione del nostro sito a questo fenomeno di devozione popolare poco studiato.
Purtroppo in questa nostra ricerca abbiamo constatato che molte di queste edicole sono state rubate o sono state oggetto di atti vandalici.
Sarebbe opportuno che queste "opere minori" fossero maggiormente tutelate al fine di impedirne la scomparsa.

Nella nostra indagine siamo partiti dalla costa per raggiungere il centro città seguendo l'itinerario:
Marina di Carrara, Avenza, Nazzano,Bonascola, Pontecimato, Melara,Ficola,Fossola, Moneta Carrara, Baluardo, Caffaggio. paesi a monte

Precisiamo che tutte le edicole sono catalogate per strada e numero civico.
Per maggiori informazioni contattate lo Staff

Invitiamo i nostri lettori a mandarci fotografie e informazioni sulle edicole sacre che conoscono, specificando il paese, la strada e il numero civico dove si trovano e le eventuali informazioni in loro possesso. mail : info@carraraonline.com

Marina di Carrara
A Marina abbiamo trovato solo 2 edicole datate ,in quanto Marina di Carrara non ha un vero e proprio centro storico.

foto M02

descrizione
La crocifissione di Gesù

didascalia

in risalto gli opposti; il buone e il cattivo.
sotto il braccio destro si
nota il sole che si oscura e sotto il braccio sinistro la luna che prova vergogna.
I 4 angoli della croce si estendono verso i 4 angoli del globo



Materiale marmo




EREDI DI DOMENICO VATTERONI
HANNO FATTO QUESTA CAPELLA
PER SUA DEVOZIONE
1776

foto M 01

descrizione -
Sante Remigo

didascalia

Laon (Francia), ca. 440 - Reims (Francia), ca. 533
in rilievo il pastorale è una sorta di bastone, dall'estremità ricurva e spesso riccamente decorata, usato dal vescovo nei pontificali e nelle cerimonie più solenni.
Secondo Sant'Ambrogio il bastone pastorale deve essere al fondo appuntito per spronare i pigri, nel mezzo diritto per condurre i deboli, in alto ricurvo per radunare gli smarriti.


Materiale marmo

foto M05

descrizione  
Santa Maria Vergine

didascalia


Raffigurata in piedi su nuvole, sotto ai suoi piedi si intravede il serpente, simbolo del peccato




Materiale marmo


foto M04

descrizione
S.Antonio da Padova

didascalia

Lisbona, Portogallo, c. 1195 - Padova, 13 giugno 1231
Da principio monaco agostiniano a Coimbra dal 1210, poi dal 1220 frate francescano. Viaggiò molto, vivendo prima in Portogallo quindi in Italia ed in Francia.
Raffigurato con il saio tiene in mano il libro e nell'altro braccio tiene il Bambino, ciò deriva dal fatto che fu scoperto mentre pregava tenendo il Bambino in braccio.
Sulla sinistra si nota il giglio fiorito.


Materiale gesso


Sai qual'è l' edicola sacra più antica/datata e cosa rappresenta
Vota l'edicola più bella della nostra città

Segnala la tua edicola
non autorizzo
si autorizzo

Privacy

Tutto il materiale contenuto in carraraonline.com è di proprietà dell' autore. E' vietata la copia e/o riproduzione in ogni forma e l' utilizzo di qualsiasi parte del sito senza il consenso scritto.





Torna ai contenuti | Torna al menu