Fontana del Nettuno - carraraonline.com

Vai ai contenuti

Fontana del Nettuno

Chiese > Massa
Il Palazzo Ducale fu fondato dal principe Alberico I Cybo Malaspina tra il 1567 e il 1570, ma fu solo nel 700, sotto la guida di Teresa Pamphi che l'edificio prese una forma definitiva grazie all’opera di Giovan Francesco e Alessandro Bergamini. Nel 1807 Elisa Baciocchi diede nuovo impulso ai lavori di sistemazione. All'esterno fu regolarizzata la facciata e, per ragioni di euritmia, fu aggiunto il disegno di una finestra finta. La decisione della sovrana di soggiornare nel Palazzo con la corte rese necessari sgombrare gli uffici  amministrativi, per ricavarne l’appartamento reale, le stanze per le dame e i cortigiani, il gran salone degli ufficiali e tutti gli ambienti di servizio. I lavori furono diretti da Paolo Bargigli, sostituito poi da Giovanni Lazzarini. La reggia fu frequentata dai sovrani dalla fine del 1807 ma già nel 1808 Elisa provvide al suo parziale smantellamento, completate nel 1810.

La fontana del Nettuno si trova all’interno del Palazzo Ducale e precisamente al centro del lato orientale. La splendida Opera fa  parte del Grottesco, un  insieme  d'arte ideato dall' architetto Alessandro Bergamini tra  1695-1701 su affidamento della duchessa Teresa Pamphili Cybo, moglie del Duca di Massa Carlo II.
La Statua, che raffigura Nettuno, fu realizzata da Baccio Bandinelli su commissione della famiglia Doria. Tuttavia, i committenti non vollero pagare l'opera che l'artista non aveva portato a termine e il Nettuno rimase così alla città. L'opera fu poi posta al di sopra di una fontana di marmo in pieno Cinquecento. L'operazione è da ascrivere al progetto urbanistico di Alberico I.
Tutti i diritti sono riservati.
Le immagini qua riportate sono di propietà di CarraraOnline.com, è vietata la riproduzione senza previa autorizzazione scritta da parte della propietà.
Torna ai contenuti