Sinkhole il pozzo di Bergiola - CarraonlineBlog IL MURO - carraraonline.com

Vai ai contenuti

Sinkhole il pozzo di Bergiola

carraraonline.com
Pubblicato da in Attualità ·

Ricordo da ragazzo, quando studiavo geografia, mi divertivo ad imbrogliare mio nonno, lui aveva difficoltà a leggere, un po per la vista, ma anche perché, sapevo bene che neanche gli occhiali del prete potevano aiutarlo, per cui gli facevo credere che sul testo, tra i fiumi della nostra penisola, si riportavano oltre al Po, all'Arno, ecc. anche i tre fiumi che bagnavano Bergiola, " il Gorgo, il Fontanino e il Lavaro " lui sornione sorrideva e  non ho mai capito, se ci credeva davvero.
In effetti,  molti miei compaesani potranno confermarlo, tutti sapevamo dell'esistenza di questi corsi,  più per necessità che per altro, eravamo tutti dei provetti geologi,
Al tempo non esistevano ancora i bagni nelle case, pochi fortunati avevano il bidè, ma che dico, il WC !  e noi giovani geologi, ci incontravamo spesso lungo i crinali di questi fiumi, proprio per studiare la natura carsica del terreno.

Naturalmente il preambolo scherzoso di questo mio racconto, vuole introdurre un argomento molto più serio, che riguarda  voragini e smottamenti di terreno che hanno interessato zone del mio paese e che per dovere di cronaca, si erano manifestate già da tempo in forma più lieve quasi a voler preavvisare, ma non erano stati presi in considerazione.  In questi giorni i tecnici hanno parlato di calcare cavernoso, conca carsica, Sinkhole ma a noi paesani questi termini ci confondono, suonano un po come Il latinorum che usava don Abbondio, con il povero Renzo. Non sarebbe meglio prima chiedersi, se è normale che questi  fiumi cosi li ho chiamati scherzosamente , ma in effetti erano torrenti, o meglio canali, che raccoglievano le acque del monte e le indirizzavano a valle, perchè non ci sono più?  dove sono finiti? sono stati deviati?

Esistono opere di canalizzazione? Sono state fatte? sono regolari? Si fa manutenzione?
Perché se esiste un canale sotterraneo che dilava i sedimenti, non intercettarlo e usare le acque per altri scopi?
Per esempio alimentare la rete idrica del paese, anziché pompare l'acqua da Bedizzano?

Vorrei riportare, un passaggio della prefazione che il nostro sindaco ha fatto sul numero di Novembre della rivista mensile AGORA', in merito al crollo della casa sul Carriona, ma che può adattarsi bene ad ogni situazione, sperando che non siano solo frasi di circostanza.
"I corsi d'acqua come le stagioni e le maree hanno un loro verso che va capito. Gli interventi umani possono rispettare la natura od opporsi, in questo caso possono resistere anche mille anni; ma alla fine dobbiamo sapere che saremo chiamati a pagarne il conto e il giorno del redde rationem viene quando meno te lo aspetti "

Comunque tutto non viene per nuocere adesso a Bergiola abbiamo un campo sportivo con annessa piscina basta riempirla, magari con acque sulfuree, si racconta che il monte Brugiana fosse un vulcano, cosi la prossima stagione saremo pronti ad inaugurare una stazione termale completa di tutti i comfort.

L.Gigli
[image:image-1]

Carraraonline scrive

Gentile Lucio, non c’è ne voglia , ma  anche  noi  di questi corsi d’ acqua non conoscevamo l’esistenza, abbiamo provato ad esplorare la zona dall’alto con il satellite di G. E, ma dei corsi nessuna traccia, spariti nel nulla,  eppure se c’erano a qualcosa saranno serviti.,
Link del satellite
[url]http://maps.google.it/maps?f=q&source=s_q&hl=it&geocode=&q=bergiola&sll=41.442726,
12.392578&sspn=18.166467,39.506836&ie=UTF8&hq=&hnear=Bergiola,+Carrara+Massa-Carrara,+Toscana&ll=44.06721,10.124099&spn=0.008511,0.
01929&t=f&z=16&ecpose=44.05988926,
10.12409899,1307.89,0,44.99,0[/url]
Vista la vegetazione di cui gode Bergiola oggi, i bagni all’ aperto di un tempo hanno dato ottimi risultati, ma quali fertilizzanti chimici, prodotti naturali locali.
Scherzi a parte, le sue osservazioni sono giuste.
Il Palazzo con i suoi tecnici gira spesso sul nostro sito, speriamo prenda in considerazione questa doverosa segnalazione, come FORSE ha fatto altre volte, sia per la lapide dedicata a Pertini ( link forse non tutti sanno che https://www.carraraonline.com/storia_minore_e_curiosita.php) sia per i marciapiedi adiacenti alla pineta Club Nautico di Marina di Carrara ( link https://www.carraraonline.com/blog/index.php?id=mr3) . Lasciamo perdere i termini tecnici “buco sprofondato”, non ci faccia aggiungere altro.
Rimandiamo ad un articolo scritto da un nostro visitatore, molto prima che uscisse il mensile Agorà sul conto da pagare dal titolo guarda a caso “LA RESA DEI CONTI” https://www.carraraonline.com/blog/index.php?id=dn1
Dato che il paese dispone dei più moderni impianti sportivi, e in un prossimo futuro avrà anche le Terme Bergiola S.P.A, si potrebbe costruire un mega impianto sciistico ( vista la foto ) finanziato dall’Unione Europea, il primo impianto costruito sulle Alpi Apuane, ma ci pensate, sciare sul marmo che meraviglia, che magnifica vista.

Che ne' monti di Luni, dove ronca lo Carrarese che di sotto alberga, ebbe trà bianchi marmi la spelonca per sua dimora,onde a guardar le stelle e'l mar non vi era veduta tronca
Dante Alighieri inferno canto xx




Nessun commento






Torna ai contenuti