CarraonlineBlog IL MURO - carraraonline.com

Vai ai contenuti

Poveri monumenti

carraraonline.com
Pubblicato da in Storia Cultura ·
[image:image-0]Questa settimana,colgo l'occasione per trattare un argomento un po' piu' generico ma che alla luce
dei fatti recentemente accaduti nella nostra citta' mi sembra cada a puntino .
Se avete letto il giornale di oggi o i piu' famosi canali social, vi sarete accorti che i monumenti di
Carrara hanno iniziato a parlare : direi finalmente!
Dopo la terribile alluvione che ci ha colpito e dopo tutti i danni che ha causato la popolazione ha
deciso di far sentire la propria voce anche attraverso i monumenti della citta'.
Qualcuno potrebbe criticare le modalità o i metodi di comunicazione..ma io non sono qui per
questo.
Da professionista del settore posso solo dirvi che un pò di carta e un po' di nastro adesivo attaccato
sul marmo non faranno certo grossi o irreparabili danni.. ma aiuteranno forse a sensibilizzare,
attraverso questo forte segnale, chi maldestramente ci amministra.
Vorrei contribuire quindi a questo censimento dei monumenti di Carrara permettendomi di
aggiungere che , come frase finale , vedrei bene anche la seguente: " gia' che ci siete dateci una
pulita, non costa tanto e ne guadagna il decoro della citta' ".
Ascolteranno questi poveri monumenti? O se non loro almeno le persone che vi stanno dietro?
Questo non ci è dato sapere però possiamo in ordine elencare , soprattutto a titolo informativo e di
denuncia , tutte quelle opere d'arte che hanno cercato di parlare con noi e che meritano di non essere
dimenticate .
Sicuramente servira' come spunto per un futuro articolo.
In ordine non di importanza ma di memoria:
Monumento a Beatrice D'Este- Piazza Alberica
Monumento al Gigante _ Piazza Duomo
Monumento a Pietro Tacca- Piazza D'Armi
Monumento alla Sirenetta_ Via Carriona
Monumento a Garibaldi- Piazza del Teatro
Monumento alla "Moretta"- Via Rosselli
Fontana dell'elefantino – Piazza D'Armi
– Monunento a Pellegrino Rossi -Piazza D'Armi
Questi solo alcuni... molti altri hanno parlato o inizieranno a parlare : di questo sono sicura.
Noi intanto continuiamo a parlare di loro per non dimenticarli e per riportarli all'antico splendore.
Aspetto solo che mi diciate, cari lettori, da quale volete cominciare.
Alla prossima Eleonora Coloretti
La mia rubrica su CarraraOnline.com - CAPOLAVORI DA SALVARE

Cara Redazione
Non potevo rimanere sordo alla richiesta di aiuto di Eleonora, per cercare di rilanciare e salvare il patrimonio artistico cittadino, così vi invio una poesia che scrissi parecchi anni fa, in occasione di un maldestro tentativo di restauro della Beatrice, che per poco non finì per distruggerla, e per la discutibile soluzione che si trovò nel corso di una delle prime biennali di scultura, in cui il monumento fu completamente nascosto dietro un tavolato, forse per con far fare il confronto con le pseudo opere d'arte eseguite con stracci e lamiere arrugginite poste ai suoi piedi.

La Beatrice
uant i t’nan fat.....Povra Beatrice!
Da Granduchessa d Ludvic ‘l Mor
i t’han promoss a postezatrice....
Lavor che ozidì i but or!

Un po’ d temp fà......Un del Comun
d colp i ha avut nà p’nsata
i ha dit “ Adè nera d fum....
diani nà sabiata!”

I han ciamat un ....un mez fus!
N’scalzacan!... che i s credev un dragh
con la rena i ta magnat ‘l mus
p’r arguaiart po..aie vulut un magh!

Con d’ultima a s’e pasat ‘l segn...
P’r far la “Bienale d scultura”
i t’han r’mpiatata tuta, dret al legn
digerir stachì al sirà dura!

“Adè stonata” i ha dit d’architet
“a pet a d’opre che a i sò pè a i sirà
tute moderne....Mise su un muret.”
Ma s’gond mè a né la v’rità!!!

I avev paura....Che ‘nti la fess pù
e da le risate....T t butas zù.

 Quante te ne hanno fatto...povera Beatrice
da Granduchessa di Ludovico il Moro
ti hanno promossa a posteggiatrice...
Lavoro che oggi giorno butta oro.

Un pò di tempo fa, uno del Comune
Di colpo ha avuto un’idea
Ha detto “ è nera di fumo...
Diamogli una sabbiata!”

Hanno chiamato uno... un mezzo fuso!
Uno scalzacane...che si credeva un drago
con la sabbia ti ha mangiato il viso
per sistemarti poi c’è voluto un mago!

Con l’ultima si è passato il segno
per fare la “Biennale di scultura”
ti hanno nascosta tutta dietro al legno
digerire questa sarà dura!

“E’ stonata” ha detto l’architetto
“a confronto delle opere che saranno ai suoi piedi
tutte moderne!... Messe su un muretto”
ma secondo me non è la verità!!

Aveva paura che non ce la facessi più
e dalle risate... ti buttasti giù.
Enzo De Fazio



Nessun commento






Torna ai contenuti