CarraonlineBlog IL MURO - carraraonline.com

Vai ai contenuti

Mamma .... pipì

carraraonline.com
Pubblicato da in Una volta invece ·
[image:image-1]E’ indubbio che il momento più critico per la sopravvivenza di ogni essere vivente, sia la nascita. Per questo, madre Natura, ha provveduto ha dotare ogni specie di un meccanismo che potesse aiutarli a superare questo difficile momento. Così gli erbivori vengono al mondo già ricoperti di pelliccia, e in grado di camminare poche ore dopo la nascita, i carnivori sono tenuti al caldo, e al sicuro in profonde tane sotterranee, i volatili sono ricoperti da un soffice piumino, e si rifugiano sotto le penne della madre all’interno dei nidi. Solo l’uomo nasce completamente nudo, semicieco, e totalmente dipendente dalla madre, così fragile e indifeso, che sembra impossibile che invece di estinguersi, sia diventato la specie dominante sul pianeta terra. Oltretutto, al contrario delle altre forme di vita, nell’essere umano, questa dipendenza dura parecchi anni, di cui certamente i più critici è difficili, sono quelli precedenti il cosiddetto svezzamento. Il neonato ha bisogno di essere coperto, per proteggerlo dal caldo e dal freddo, ma è necessario che questa protezione possa essere rapidamente cambiata, quando è contaminata da urina e feci. Nei millenni per questa incombenza sono stati usati i materiali più disparati, dalle pelli degli animali, alla corteccia battuta degli alberi. Fu solo nell’ottocento, che, a causa del progresso tecnologico, e la meccanizzazione dei telai, fu possibile usare tessuti a basso costo. Da allora la fasciatura dei neonati.....







Torna ai contenuti