CarraonlineBlog IL MURO - carraraonline.com

Vai ai contenuti

La caccia a Carrara negli anni sessanta

carraraonline.com
Pubblicato da in Una volta invece ·
Il 20 di settembre, in Toscana, apre la stagione della caccia 2020-2021. Oggi quest’evento passa quasi inosservato, anche a causa del numero dei cacciatori, che in Toscana, ma di fatto in tutta Italia, è andato gradatamente riducendosi, arrivando a essere poco più di settecentomila. All’inizio degli anni sessanta invece, i seguaci di Sant’Uberto, erano quasi tre milioni, oltretutto senza le ferree leggi esistenti oggi in materia venatoria. Una volta, l’andare a caccia, era per il maschio adolescente, quasi una forma di passaggio alla vita adulta, come se il permesso d’imbracciare un fucile, fosse la prova che “i grandi” si fidavano di te. Il “permesso di caccia” come si chiamava a quei tempi, non necessitava di studi o esami come oggi, addirittura con il consenso di un genitore, un ragazzo sedicenne poteva ottenerlo, versando una modesta tassa governativa, e avendo i denari, si poteva, con quel documento, comprare anche una doppietta...




1 commento
Voto medio: 115.0/5
stefano
2020-09-16 15:42:38
nel 1963 mio padre mi regalò la vecchia doppietta del nonno,era un krupp tre anelli tedesco a cani esterni a avancarica io avevo compiuto 16 anni


Torna ai contenuti