CarraonlineBlog IL MURO - carraraonline.com

Vai ai contenuti

Forse non tutti sanno del martirio di San Ceccardo

carraraonline.com
Pubblicato da in Storia Cultura ·
[image:image-0]
Il patrono di Carrara, San Ceccardo, subì il martirio, secondo una tradizione più che millenaria, nel luogo omonimo situato alle porte della città. ( dove oggi c’è la chiesa )
Siamo nel’ anno 870, varie sono le versioni del martirio, tutte però articolate su una stessa trama:
Il vescovo Ceccardo di Luni, venuto in visita pastorale nella zona marmifera della Diocesi, forse non ancora compitamente cristianizzata, fu indotto a gratificare generosamente una povera donna, per motivi di pura carità.
Il marito di costei, folle di gelosia, anziché mostrarsi grato, avrebbe assalito ferocemente il presule decapitandolo senza pietà.
Nell’atto dell’orrenda decapitazione  e nel punto e nel punto in cui cadde la testa insanguinata, sgorgò uno zampillo d’acqua limpida con virtù taumaturgiche specialmente per guarire le nevralgie e le oftalmie.
Questa sorgente è tuttora attiva e ritenuta miracolosa.
Nel 1823 il primo Vescovo della Nuova Diocesi di Massa e Carrara Mons. Francesco Maria Zoppi consacrò l’attuale chiesetta dedicata al Santo.





Nessun commento






Torna ai contenuti