CarraonlineBlog IL MURO - carraraonline.com

Vai ai contenuti

Almen l'erba i la potev'n tajar

carraraonline.com
Pubblicato da in Segnalazioni ·

PostMonument
Ingresso della biennale prima e dopo
Quale preferisci?
[image:image-1]
[image:image-2]
Almen l'erba i la potev'n tajar

En passant ho notato che l'ingresso della ex segheria ora ingresso della biennale è stato pulito, e la sterpaglia è più bassa chissà come sarà arrabbiato l'artista che aveva concepito l'opera, quelli sono tipi strani, guai muovere un capello senza il loro permesso.
I casi sono due o l'erba è caduta da sola per la vergogna o le mie segnalazioni hanno un potere telepatico, Sapete perche vi dico questo?  Mi era già successo un'altra volta, ma in quel caso la cosa era molto più grave, anche se sempre di sterpaglia si trattava e non solo.
Precisamente un 25 aprile festa della liberazione, giorno in cui le nostre autorità sono tutte impegnate dalle alpi alle piramidi dal manzanarre al reno e la retorica la fa da padrona, io scattai la foto che vi allego e la inviai il giorno stesso, ad un quotidiano locale, mai pubblicata naturalmente, ci mancherebbe "e sempre allegri bisogna stare che il nosto piangere fa male al re ecc. ecc." ma alcuni giorni dopo nell'area fu riportato il giusto decoro, e il rispetto che merita, e questa è la cosa importante, aldilà della retorica e della politica politicante. Telepatia?

Scusate l'insistenza, probabilmente sono temi che neanche vi riguardano.
[image:image-3]

Buon lavoro
L.Gigli

allo staff

Vorrei fare una precisazione: la terza foto non è un PostMonument.
E' il cippo che ricorda il primo caduto della guerra di liberazione in terra Apuana il tenente degli alpini Giovanni Montolli, credo che non vi sia altro da aggiungere, se non un sentito grazie allo staff del muro che  ha contribuito con la pubblicazione del mio articolo a coinvolgere gli eventuali visitatori, se non altro per prendere coscienza di quanto sia importante  difendere la libertà dei blog naturalmente per quel che può valere un Hyde park corner, un predellino del popolo.

La rete non può, non deve diventare un servizio senza senso come i giornali che ci costano 80 milioni di euro.
e  servono solo per incartare il pesce, o al massimo conoscere la farmacia di turno e la logica che seguono  non è certo quella della libertà di espressione per tutti, come ci vogliono far credere.

L.Gigli

Carraraonline.com
Una parte dei soldi stanziati sono andati a giardinieri ?

La Biennale sarebbe costata una fortuna, complessivamente 1 milione e 200 mila euro, così ripartiti :
650 mila euro a carico dell’Amministrazione, 250 mila della Fondazione Cassa di Risparmio, 120 della Cassa stessa e 130 della Regione; tutto questo per richiamare appena 4 mila 350 visitatori paganti in 126 giorni di apertura, una media quindi di 34 biglietti staccati quotidianamente. " Che Gran Successo"




Nessun commento






Torna ai contenuti