Conchiglie del nostro mare - carraraonline.com

Vai ai contenuti

Conchiglie del nostro mare

Mare Nostrum
Ma cosa c’è di più bello che passeggiare in riva al mare durante una  sontuosa mareggiata, vedere la nebbiolina  leggera che il maestrale ti sbatte in faccia e sentire sulle labbra il gusto del sale mentre le orecchie si riempiono di quel poderoso frastuono.
Com'è bello osservare il mare con la sua inarrestabile potenza, le onde che finiscono la loro corsa sul litorale, si ritraggono e lasciano la spiaggia liscia e senza orme..
E’ li che le puoi trovare, mai una uguale all’altra, hanno forme perfette e varie  sfumature, colori e trasparenze.
Chi di noi da bambino, e spesso anche da adulto, non ne è rimasto affascinato e ne ha raccolto qualcuna?
Ma le conchiglie...  da dove vengono? che età hanno? come si sono formate e chi viveva al loro interno?
Una semplice conchiglia può raccontarci tante storie e noi possiamo ascoltarle o sognarle come piace a Noi.
Ma tra vent’anni le troveremo sempre?
E se le nostre spiagge diventassero aride come deserti a causa dell’inquinamento, oppure per le correnti che cambiano o per  l’innalzamento del livello del mare?
Ecco, da queste riflessioni nasce Conchiglie del Nostro Mare.

Marina di Carrara 6 Maggio 2018
CarraraOnline.com in collaborazione con ChatNoir

Le conchiglie

Le conchiglie sono strutture che servono a proteggere alcune specie di invertebrati (organismi che non hanno scheletro).
Le conchiglie sono fatte di carbonato di calcio (è la sostanza di cui è fatto il marmo!) e sono create dagli stessi molluschi che le abitano.
La conchiglia viene costruita con strati successivi di calcite, sostanza minerale secreta dalle ghiandole poste nella regione posteriore del mollusco. La calcite si lega alle fibre di aragonite per formare la conchiolina, che fa da supporto anche per altre particelle minerali. Le conchiglie sono colorate con vari pigmenti, in particolare carotenoidi (per i colori con base gialla), melanine (per nero e marrone), porfirine (per il verde), indigoidi (per blu e rosso). Al colore si aggiungono le iridescenze, che la luce assume passando attraverso gli strati di aragonite e calcite che formano il guscio. A volte il colore può anche dipendere dalla dieta dell’animale.
Alcuni colori iridescenti però, per esempio quelli dell’abalone, non derivano da pigmenti, ma esclusivamente dalla rifrazione della luce. Spesso questi colori cambiano se si cambia l’angolazione da cui si guarda la conchiglia, oppure possono dare un effetto arcobaleno. I molluschi utilizzano il colore per mimetizzarsi, proteggere i propri tessuti dalla luce del Sole, ma anche per rinforzare la struttura. I colori però possono comparire anche come effetto secondario, quando l’animale elimina sostanze tossiche.

Ma come fanno i molluschi a creare la loro casetta?
Semplice! Acchiappano il calcio che è presente nell'acqua e nella terra dove vivono e piano piano lo filtrano e lo trasformano in cristalli, che strato dopo strato formano il guscio. La forma della conchiglia cambia proprio a seconda di come il mollusco mette insieme tutti i cristalli di calcio. Lo strato più esterno è il più vecchio, mentre quello più interno il più giovane: contando tutti gli strati di una conchiglia si può capire che età ha! Il colore, invece, cambia in base a cosa mangia il mollusco o dalla luce che riceve.
Ricordatevi però che la conchiglia non è viva quindi se si rompe sono guai per il povero mollusco: non la può riparare.
Fotografa la tua conchiglia
QUINDI quando trovate  delle CONCHIGLIE sulla spiaggia non guardatele semplicemente, ma  ponetevi le stesse domande che ci siamo posti noi e allora perché non fotografarle e mandarcele?
Noi cercheremo nel nostro piccolo di darvi le risposte : Nome, Habitat, la sua vita, ecc ecc.
Forza allora Fotografate la vostra conchiglia e mandatela sul gruppo facebook -  Com aler bela Marina –
oppure scrivere a info@carraraonline.com
Le vostre conchiglie verranno archiviate sul nostro portale e commentante nel gruppo Facebook

N.B
Ricordatevi di scrivere data e luogo di ritrovamento e noi inseriremo la vostra conchiglia in questa pagina e se vi farà piacere con il vostro consenso inseriremo anche il vostro nome.
Le conchiglie dovranno essere fotografate  nel tratto di litorale compreso tra Viareggio e La Spezia.

L'ultimo inserimento parte dall'alto
Mactra Atultorium

E’ un bivalve sottile di colore avorio straslucido con striature irregolari che partono dall’ umbone ( parte alta a punta ) e arrivano fino sul bordo, queste strie variano dal marrone chiaro al giallo.

Nome - Mactra Atultorium
Dimensioni Lunghezza cm 5 - larghezza 5.5 cm
Colori- Avorio e striature marroni e giallo chiaro
Data - 30.3.2018
Luogo di ritrovamento - Località Fossa Maestra ( MS )
Habitat - Fondali sabbiosi
Foto - CarraraOnline
Fotografa la tua conchiglia
QUINDI quando trovate  delle CONCHIGLIE sulla spiaggia non guardatele semplicemente, ma  ponetevi le stesse domande che ci siamo posti noi e allora perché non fotografarle e mandarcele?
Noi cercheremo nel nostro piccolo di darvi le risposte : Nome, Habitat, la sua vita, ecc ecc.
Forza allora Fotografate la vostra conchiglia e mandatela sul gruppo facebook -  Com aler bela Marina –
oppure scrivere a info@carraraonline.com
Le vostre conchiglie verranno archiviate sul nostro portale e commentante nel gruppo Facebook

N.B
Ricordatevi di scrivere data e luogo di ritrovamento e noi inseriremo la vostra conchiglia in questa pagina e se vi farà piacere con il vostro consenso inseriremo anche il vostro nome.
Le conchiglie dovranno essere fotografate  nel tratto di litorale compreso tra Viareggio e La Spezia.

L'ultimo inserimento parte dall'alto
Achanthocardia Tubercolata

Bivalve, spesso e robusto  ha 21 coste radiali che partono dall’umbone di color giallo e al centro vanno sul rossiccio.

Nome - Achanthocardia Tubercolata detta anche Cuore
Dimensioni - Lunghezza 5 cm - Altezza 5 cm
Colori - giallo - rossiccio - marrone
Data - 5 Marzo 2018
Luogo di ritrovamento - Marinella di Sarzana ( SP )
Habitat - Fondali sabbiosi
Foto - CarraraOnline
Patella Rustica

Appartine alla famiglia delle Patelliade,
Piccole conchiglia di forma conica comunemente presenti sugli scogli
ha numerose e sottili coste radiali colorate che vanno dal bruno scuro al marrone chiaro, si ciba di alghe.

Nome - Patella Rustica
Dimensioni - Diametro 3 cm altezza 1. 5 cm
Colori - Bruno scuro le coste radiali, su avorio
Data - 10 Aprile 2018
Luogo di ritrovamento - Partaccia ( MS )
Habitat -
Foto - CarraraOnline
Arca Tetragona

Bivalve poco comune, spesso e robusto ha nella parte esterna calcificazioni, spesso si attacca a scogli in fondali sabbiosi.

Nome - Arca Tetragona - Famiglia Arcidae
Dimensioni - Lunghezza 5 cm - Larghezza 3.5 cm
Colori - dal rossiccio al marone e bianco avario
Data - 20 Aprile 2018
Luogo di ritrovamento - Fiumaretta ( SP )
Habitat - Fondali sabbio- fangosi
Foto - CarraraOnline
Berthella aurantica

Bivalve spesso nell' umbone per poi assotigliarsi vero la fine ha semicerchi radiali in rilievo nella parte superiore.

Nome - Berthella aurantica
Dimensioni - Lunghezza 6 cm  - Larghezza 4.7 cm
Colori - Biege chiaro/scuro al rossiccio
Data - 15 Marzo Fiumaretta La Spezia ( MS )
Luogo di ritrovamento - Bocca di Magra La Spezia ( SP )
Habitat - Fondali sabbiosi e limosi
Foto - CarraraOnline
Noverita Josephina

Conchiglia/ chiocciola a forma naticoide dal guscio fragile a spirale con variante di colore verso il centro.

Nome - Neverita Josephina
Dimensioni - 3, 5 cm
Colori - Rosa chiaro sfumato
Data - 15 Febbraio 2018
Luogo di ritrovamento - Marina di Massa ( MS )
Habitat - fondali calmi e limosi  fino a 10 metri
Foto - CarraraOnline
RACCONTI
  • Mare Nostrum
  • Un eroe avenzino
  • Un ramponiere marinello
  • Conchiglie del nostro mare
  • Una cattura eccezionale
  • 30 ore in mare
  • Francesco Arrighi, tenente di Vascello
  • L Capitan
  • Appuntamento con il destino
“Mare nostrum” è una rubrica ambientata sulla nostra splendida costa, tra il porto, fino alla foce del Magra. In questa serie di mini racconti i protagonisti sono due: l’uomo e il mare.




Torna ai contenuti