SUSSURRI PARIGINI O CARARINI? - CarraonlineBlog IL MURO - carraraonline.com

Vai ai contenuti

SUSSURRI PARIGINI O CARARINI?

carraraonline.com
Pubblicato da in Per sorridere ·

[image:image-1]

 Brani tratti dal “Manuale del poeta”  
(settimanale dell’Accademia della Crusca e Pan Grattato)
Dialogo in rima “sbronza” dei vate carraresi
Ettore e Amerigo

Ettore
Tra luci ed ombre i miei spettri s’aggirano.
Ogni angolo di strada, ogni insenatura del fiume, ogni pietra vedo ed ogni suono odo che mi sussurran confusamente un nome.….PARIGI !
Amerigo
Caro amico mio, ciò di certo può accader sovente! Non di rado nelle insenature del rio Carrione s’odono sussurri flebili; quali canti melodiosi saltellano come garruli augelli e si rincorron di pietra in pietra, messaggeri di vision sognanti nel lievitante alito di Bacco.
E’ allor che la realtà s’offusca e si confonde con la fantasia; s’attiva così con gran-
de sforzo la mente per chiarire il gran dubbio che assilla veemente:

“Son veramente io così abbigliato, in frak con cilindro e bastone, che passeggio sulle rive dell’acqua Carrarina, o piuttosto m’aggiro come spettro sulla Rive Gauce della Senna parigina? Or non saprei, confuso sono assai, la mente mia vacilla!
Odo il rumor del rivo e la sua dolce brezza mi fa sembrar più vivo, ma io lo sento che la favela vieppiù s’affloscia e strascica,  che la mia gamba destra segue a stento  la manca e che il fiato sempre più mi manca; ho l’equilibrio d’un giocoliere sbronzo!  
Non so se ire solo verso porta del Bozzo o restar fermo e guardingo aspettando un cristiano che mi voci: “Signore la spingo?”.
Suvvia, simular oltre a me non s’addice ……ma sì lo devo dire….mi sembra quasi quasi di svenire ! Raccolgo quel che resta del coraggio e barcollando e muovendo quel che posso, con grande portamento vo a…… vomitar nel fosso!”

A QUESTO PUNTO UNA MORAL S’IMPONE:
Ettore, confessare lo dobbiamo: anche i “vate” son deboli, certo non d’intelletto, ma di vili bisogni della gola che son cagione di subir lo smacco quando s’ostinano a ……..SFIDARE BACCO !




Nessun commento






Torna ai contenuti