“VEZZALA FRANCE’S CLUB”) - CarraonlineBlog IL MURO - carraraonline.com

Vai ai contenuti

“VEZZALA FRANCE’S CLUB”)

carraraonline.com
Pubblicato da in Per sorridere ·

Brani tratti dal “Manuale del poeta”  
(Settimanale dell’Accademia della Crusca e Pan Grattato)
Chats “poetico-burlesque” su “Facebucche” tra due Carrarini

[image:image-1]
(L’aula Magna del “VEZZALA FRANCE’S CLUB”)

DOME’ (Domenico):
Caro Adò, vedo con piacere che Facebucche è veramente utile! Come avrai certo intuito da quanto ti ho scritto qualche giorno fa, finalmente il nostro rapporto epistolare è stato notato ed apprezzato.
Questa pagina verrà pubblicata sulla rivista mensile “AMANTI DELLA POESIA”, diffusa in tutta la Toscana. Penso che dovremmo farci i complimenti a vicenda!
ADO’ (Adolfo): Amanti della poesia? Fammi sapere in dettaglio, sono sorpreso e molto curioso; intanto ti voglio proporre una breve leggenda sulla ricorrenza dell’ OTTO DI MARZO….
Il buon Dio dopo avere  creato la Terra e poi l’uomo, per verificare se mancasse qualche cosa al suo operato, fece
a ritroso il percorso del suo creato. Nel girovagare per il mondo arrivò in un posto unico, meraviglioso, splendente
di bianco marmo quasi fosse candida neve: le Alpi Apuane! Di fronte a tanta bellezza che Egli stesso aveva creato, ne restò estasiato tanto da chiedersi: “Potrò mai creare qualcosa di tanto bello da competere con questa meraviglia?.
Ci pensò e dopo una breve pausa….CREO’ LA DONNA: quel giorno era l’otto di marzo!
DOME’:  Adò la leggenda è originale e intensa, sinceri complimenti!
Riguardo alla tua richiesta di precisazioni circa la rivista “Amanti della Poesia”, t’informo che si tratta della pubblicazione di un’associazione fondata da un colto cittadino americano, affascinato dalla cultura carrarese, che ha deciso nel 2008 di stabilirsi nella nostra città.
L’associazione ha fissato la propria sede a VEZZALA, “ ‘N TL’ VEC FOND D’ FRANCE’ ”, dove mi sono già recato qualche giorno fa. Nel dialogare con il responsabile Mr.CICIOLA, attualmente cittadino americano ma un tempo singolare personaggio “cararino” emigrato negli USA a cercare fortuna (pare l’abbia fatta facendo conoscere la
prelibatezza della “FUGAZINA CON LE FIORONE”), è emerso che è in atto la costituzione di un esclusivo CLUB CULTURALE, principalmente interessato alla poesia, al quale sarà dato il nome di “VEZZALA FRANCE’S CLUB”.
Poiché al momento è ancora vacante la carica di Presidente Onorario, su mia diretta proposta (spero non ti disturbi la mia iniziativa) è stato deciso di assegnare a te tale ruolo, per cui ora è attesa con ansia la tua presenza per l’investitura ufficiale. Per l’occasione sarà offerto un buffet a base di CALDA-CALDA e CASTAGNAZ.
ADO’: Caro Domé, sono molto onorato della possibile carica di Presidente Onorario del “Vezzala France’s Club”! Appena appresa da te la notizia, ho avviato seri contatti culturali con Mr. CICIOLA per la preparazione della Calda-Calda alla maniera del grande “OTELLO D’FOR D’PORTA”.
Ti preannuncio che, per restare nel tema decisamente poetico della cerimonia, per la circostanza ho in animo di citare fra gli altri i seguenti versi:…..”ONDEGGIANO NELL’ARIA GRIGIA GLI ESILI RAMI DI UN RICORDO INNOCENTE, SBIADITO COME UNA FOTO ANTICA, LA’ DOVE OTELLO CREAVA LA SUA....CALDA-CALDA”.
DOME’: Ma sì, ricordo bene Otello, ma è proprio sempre quello? Io sapea di costui or son vent’anni, forse che il tempo a lui non procurò malanni? Lieto io son per la tempra di questo galantuomo; l’esempio suo di seguir m’attizza ché l’opera sua non falla, dacché forza e salute,oltre che la Calda , può anche con gaudio procurar la pizza! Questo saper dovea il prodigo CICIOLA che, verace “cararino”,colta ha la palla al balzo per un succu-lento festino. Un pensier però m’assale: chi preparar saprà il CASTAGNAZ? Non di certo, come sarebbe il voler di Ciciola, la figlia del Bush americano, alias BUSHETTA, che a stento condirebbe una bruschetta!
Allora dirigiamoci nella via Carriona nella magion di Fabio e Enrica dove, appena entrati nell’androne, sentirem profumi antichi e dolci melodie abilmente cantate quasi fosser magie! Ci accorgerem con nostra gran sorpresa,
fra una canzon degli ABBA che tanto ci rallegra, come in quattro balletti e cose fatte a braccio si sforna caldo, caldo
un gran bel CASTAGNACCIO!
E nel mentre, come tu dici, “Ondeggeran nell’aria grigia gli esili rami di un ricordo sbiadito come una foto antica”, noi e Ciciola ben sapremo, dopo quel lauto pasto, come alleggerir la mente di ospiti e poeti che festosi  ap-prezzeranno quanto vivifica sia e quanto al cuor s’accosta una tonica SAMBUCA con la sua bella MOSCA!
Orsù, prima che arrivi l’ora del desio voglio informarti caro amico mio che il nostro in versi dialogar, per cer-tuni ingrato, ha invece per noi varcato i confini di Carrara per cui già ci hanno nomato per la ….
“ACCADEMIA DELLA CRUSCA E  PAN GRATTATO!”
Or dunque a presto festeggiarla, Presidente Onorario, mi raccomando non tentenni tanto, si presenti in orario!!

Saverio Battani




Nessun commento






Torna ai contenuti