E nessuno alza la voce - CarraonlineBlog IL MURO - carraraonline.com

Vai ai contenuti

E nessuno alza la voce

carraraonline.com
Pubblicato da in Attualità ·

"E nessuno alza la voce"

Chi segue questo blog, sà che ho già scritto altre volte, sul mese di settembre, e ciò che rappresenta per il nostro territorio.
Mi riferisco alle commemorazioni per ricordare i morti dell'ultima guerra. La nostra provincia, il nostro comune,  il mio paese, la mia famiglia hanno versato sangue inutilmente, in quel lontano settembre 1944.
Voci autorevoli affermano che Il gemellaggio con Ingolstadt, per capirci  meglio la festa della birra:  
" E' piu sentito, è piu' forte dei ricordi, di quegli eventi tragici "  
Lo avrete letto anche voi sui quotidiani.
Non faccio considerazioni perchè secondo me non ne vale la pena, certe affermazioni si commentano da sole, ciò che è strano però è che nessuno alza la voce, anzi tutti daccordo in pompa magna, a celebrare il gemellaggio nel suo cinquantesimo,  come è giusto che sia, per un evento cosi importante! Sicuramente più importante secondo le dichiarazioni, ma anche nei fatti,  della commemorazione del 16 settembre nel mio paese, che è stata anticipata al giorno 15.
(giorno più, giorno meno ) presto arriveremo alle commemorazioni d'ufficio.

Possiamo anche illuderci, far finta di credere che un  evento folkloristico come questo, abbia rilevanza storica,  ma la storia non si può cancellare e non saranno certo i fiumi di birra a placare la sete di verità, che purtroppo dopo 68 anni, tarda ancora ad arrivare.
Come si può di fronte ai processi farsa, alle condanne irrisorie, ai misteri che ancora avvolgono quel periodo, definire un gemellaggio,  evento di importanza storica?

Tutti sappiamo come la pensa il governo tedesco, in merito a quel periodo, e alle responsabilità dei crimini commessi, dalle proprie truppe in Italia.
E' di oggi la notizia che per la procura di Stoccarda l'eccidio di Sant'Anna di Stazzema, non è documentato da prove sufficienti. Per cui il caso viene archiviato definitivamente, disconoscendo anche il lavoro del tribunale militare italiano di La Spezia, che nel 2005 aveva emesso nove condanne.

Dunque, perchè caricare d'importanza, un evento  che non potrà mai averne, finchè  non saranno chiariti da parte di tutti, e ripeto tutti, le responsabilita' e gli errori commessi.    
Qual'è lo scopo di queste iniziative, se non un qualunquistico invito all'oblio.
"Chi ha avuto, ha avuto, ha avuto, chi ha dato, ha dato, ha dato" ecc.
Il mio perseverare potrà risultare fuori tempo, fuori luogo,  ma non riesco ancora a rimanere indifferente, a non indignarmi  di fronte a certe affermazioni e trovo Vergognoso e offensivo, che un rappresentante delle istituzioni, di una provincia medaglia d'oro al valore civile,  possa paragonare queste fiere, ai ricordi dell'ultima guerra, ritenendole  addirittura più sentite, più forti.

Naturalmente ho scritto anche ai quotidiani e alle TV locali, ma evidentemente preferiscono non affrontare certi argomenti,  perchè turbare la festa? continuare a scuotere le coscienze?
Ma l'informazione, non era un diritto fondamentale della democrazia?
Certo in una democrazia normale, ma qui siamo in Italia, la repubblica dei senza vincolo e vergogna, basta guardarsi intorno, e' sempre più difficile per un cittadino onesto, riconoscersi in uno di questi protagonisti della politica e allora tutto quadra.

La Grecia, notizia di questi giorni, stà meditando una vendetta finanziaria, nei confronti della germania,  richiedendo a berlino un risarcimento per i danni di guerra provocati dai nazisti, pari ad un ammontare di circa 600 miliardi di euro, cifra da fondo salva-stati e noi invece, siamo impegnati a  rafforzare i gemellaggi, con i nostri amici tedeschi,  con tanto di cerimonie ufficiali.
Speriamo almeno abbassino lo spread    " i nostri amici tedeschi "
L.Gigli




Nessun commento






Torna ai contenuti